Il 4 novembre a Bracciano come nel resto dell’Italia

Il 4 novembre a Bracciano come nel resto dell’Italia è una festa, anche se si va a lavorare lo stesso, e non è un giorno segnato in rosso nel calendario: è la festa dell’unità nazionale e delle forze armate, un tempo molto sentita e oggi meno nota e ricordata. II 4 novembre è l’anniversario dell’entrata in vigore del cosiddetto armistizio di Villa Giusti del 1918, col quale si fa coincidere convenzionalmente in Italia la fine della Prima guerra mondiale.

12122764_10205353198771669_3289963617011502621_n 12193504_10205353199411685_3983943227965190683_n
Le parole del Presidente della Repubblica Mattarella: “L’Italia conta sui suoi militari per la pace”
“Il 4 novembre segna la data in cui finalmente si pose termine alla guerra che doveva coronare con Trento e Trieste il sogno risorgimentale dell’unità nazionale. Ricordiamo con rinnovata commozione il sacrificio di tanti giovani chiamati alle armi, le cui vite vennero spezzate nell’immane tragedia e le sofferenze delle popolazioni civili coinvolte negli eventi bellici”, continua Mattarella. “In questo lungo percorso le Forze Armate italiane, al servizio del Paese, hanno operato con abnegazione e valore per assicurare il mantenimento della sovranità nazionale e dell’integrità territoriale, del diritto internazionale. Ne è straordinaria dimostrazione l’impegno che uomini e donne in uniforme profondono nell’assolvimento dei compiti loro assegnati sia nelle delicate operazioni di mantenimento della pace in teatri esteri, sia sul suolo patrio in concorso alle Forze di Polizia ed in soccorso alla popolazione colpita da calamità naturali”.

11221535_10205353199651691_7347177688661101943_n

Si festeggiano le Forze armate.

Secondo il mio parere e di un portavoce del 5stelle: “Nulla sulle sofferenze dei soldati, delle popolazioni, dei poveri contadini mandati a morire, reduci sfigurati messi a marcire in strutture lager, per colpa di governanti sciagurati ed un generale assassino e incapace.
Questo è stato il 4 Novembre. E ricordo pregando tutti i morti e coloro che hanno sofferto.”
Viva l’Italia, viva la Repubblica dei cittadini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.