OGM in Italia….no alle coltivazioni di sementi transgeniche!

Il 15/10/2013 il Senato della Repubblica approva all’unanimità l’adozione della “Clausola di Salvaguardia”, una norma inclusa nella direttiva europea del 2001 che da la possibilità agli Stati Membri di vietare le coltivazioni OGM nei propri territori. Sarebbe dovuto seguire un decreto interministeriale dei tre ministeri interessati (Agricoltura, Ambiente e Salute) ma il governo Monti, nel dicembre dello stesso anno, annuncia di non voler avvalersi della suddetta clausola approvando, di fatto, la coltivazione del Mais Mon810 della Monsanto.

La prima direttiva europea sugli organismi geneticamente modificati è la 90/220/CEE nella quale sono deliberati al rilascio nell’ambiente, per scopi sperimentali e non, 17 organismi tra cui 14 piante – diverse varietà di mais colza e soia – e due vaccini per la rabbia e la malattia di Aujesky ( pseudorabbia suina). I semi di colza vengono coltivati in territori dal clima nordico come Canada, Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Olanda; risultano essere in particolar modo nocivi per la salute umana perché contenenti acido erucico, vietato nel suo utilizzo alimentare dalla direttiva 76/621/CEE del 20 luglio 1976.

Il 15/10/2013 il Senato della Repubblica approva all’unanimità l’adozione della “Clausola di Salvaguardia”, una norma inclusa nella direttiva europea del 2001 che da la possibilità agli Stati Membri di vietare le coltivazioni OGM nei propri territori. Sarebbe dovuto seguire un decreto interministeriale dei tre ministeri interessati (Agricoltura, Ambiente e Salute) ma il governo Monti, nel dicembre dello stesso anno, annuncia di non voler avvalersi della suddetta clausola approvando, di fatto, la coltivazione del Mais Mon810 della Monsanto.

La prima direttiva europea sugli organismi geneticamente modificati è la 90/220/CEE nella quale sono deliberati al rilascio nell’ambiente, per scopi sperimentali e non, 17 organismi tra cui 14 piante – diverse varietà di mais colza e soia – e due vaccini per la rabbia e la malattia di Aujesky ( pseudorabbia suina). I semi di colza vengono coltivati in territori dal clima nordico come Canada, Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Olanda; risultano essere in particolar modo nocivi per la salute umana perché contenenti acido erucico, vietato nel suo utilizzo alimentare dalla direttiva 76/621/CEE del 20 luglio 1976.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.