Disoccupazione? Andate all’estero. Ecco la soluzione del governo Letta

Disoccupazione? Andate all’estero – Discorso in aula

Disoccupazione? Andate all’estero. Ecco la soluzione del governo Letta

Ma la vera perla di saggezza , uno dei tanti salti carpiati del documento di economia e finanza la ritroviamo quando, nell’affrontare il tema della disoccupazione giovanile in Italia, si afferma “L’Italia ha bisogno di investire nei suoi talenti, e per questo la mobilità sociale e geografica diventano le migliori alleate, non solo all’interno del Paese, ma anche e soprattutto nel più ampio orizzonte del mercato del lavoro europeo e globale”.
Fermo restando che la mobilità sociale è quanto di più auspicabile possa esserci, ci pare di intravedere nell’espressione “mobilità geografica” un invito, neanche troppo celato, ad andare all’estero e a cercare fuori dall’Italia quell’occupazione che il nostro Paese non può più offrire.
Mentre si costruisce un castello di carte con le parole, mentre si adoperano tutti gli strumenti della manipolazione per nascondere il corpo del reato, si procede, al sistematico smantellamento del settore istruzione, ricerca e cultura per coltivare l’ignoranza, condannando i cittadini alla disoccupazione, affinchè diventino facile preda del clientelismo, della raccomandazione politica, del ricatto occupazionale;
minando le libertà individuali e la costruzione di un pensiero critico e consapevole,
tanto indispensabile in una democrazia matura.
Luigi Gallo – Portavoce 5 Stelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.